Canapaland Sanremo

Per molti anni il divieto della cannabis è stato giustificato attraverso i suoi presunti legami con la violenza, la dipendenza e la cattiva salute mentale . I ritratti dei media spesso mancavano di menzioni di creatività, ispirazione e guarigione, sottolineandone l'influenza solo come criminale, sporco e immorale.

CBD vs Cannabis

La pianta che conosciamo come cannabis viene coltivata per i fiori che contengono sostanze chimiche psicoattive naturali e sono spesso utilizzate per lo sballo che possono produrre. Questo sballo viene prodotto da una sostanza chimica naturale presente nella maggior parte delle parti della pianta chiamata tetraidrocannabinolo (THC). Il THC e il cannabidiolo (CBD) sono entrambi cannabinoidi presenti in tutte le varietà di cannabis.

La canapa è una varietà del genere cannabis con proprietà e caratteristiche diverse. Genere significa una classe di piante che sono strettamente correlate. La canapa contiene meno dello 0,5% di THC e maggiori quantità di cannabidiolo. L'estratto di canapa di alta qualità è spesso chiamato estratto di CBD a spettro completo, che ha quantità naturalmente basse di THC e contiene altri ingredienti benefici e non psicoattivi; insieme possono produrre l' effetto entourage .

Cannabis e canapa all'inizio del 20 ° secolo

Fin dalla sua origine in Asia, la cannabis ha una lunga storia di uso medico e spirituale. È stato usato per alleviare il mal di denti e persino per attenuare i dolori del travaglio (Visual Capitalist, 2018). La canapa ha anche avuto molti usi tra cui corda, tessuto, materiale da costruzione e tela per vela.

Tuttavia, entrambe le varianti hanno affrontato quasi due secoli di proibizione. Nel 1800 Napoleone vietò alle sue truppe di fumare cannabis durante la loro occupazione in Egitto (TI, 2014). Da allora molti paesi hanno imposto una qualche forma di divieto per molte ragioni diverse.

Tra il 1535, quando Enrico VIII dichiarò che tutti i proprietari terrieri dovevano seminare ¼ di acro di canapa o affrontare una multa.

Canapaland SanremoGià nel 1910 l'uso della cannabis è stato segnalato nei club jazz di New Orleans ed è stato collegato al vivace sviluppo della scena jazz. È stato visto come un combustibile per l'energia frenetica appassionata dei musicisti jazz che hanno messo in piedi sale piene di gente per ballare tra gioie, dolori e segregazioni del tempo.

Mentre il legame tra cannabis e Jazz ha spesso dato vita a comunità oppresse, ha anche portato al divieto della marijuana in America. Per il governo americano e le grandi imprese la cannabis apparirebbe sempre come qualcosa di diverso, qualcosa di strano da temere. Quando si è verificato il divieto, è stata utilizzata la parola "marijuana". Si suggerisce spesso che anche questa scelta di usare una parola di origine messicana sia stata progettata per creare associazioni di qualcosa di non americano e qualcosa di indesiderato.

Nel 20 ° secolo era un divieto e una visione intenzionalmente mal indirizzata della canapa e della cannabis. In Italia, questo è continuato all'inizio del XXI secolo, ma alla fine gli eventi globali e locali li hanno riportati alle agende dei politici.

Un numero crescente di studi ha collegato la cannabis a benefici medici che hanno portato oltre trenta paesi, tra cui Australia e Germania, a legalizzare il suo uso medico. Anche il Canada, l'Uruguay e dieci stati degli Stati Uniti hanno legalizzato l'uso ricreativo.